Il mio primo giorno da disoccupata

Oggi è stato il mio primo giorno da disoccupata.

Ho cercato di occuparmi in varie faccende, casalinghe e non, per non pensare ma i risultati sono stati deludenti e alla fine, vero le 15, ho deciso che mi merito almeno qualche ora di lutto.

Ho dato sfogo, così, a tutta la frustrazione che la chiusura della Fondazione mi ha provocato.

Da domani starò meglio.

4 thoughts on “Il mio primo giorno da disoccupata

  1. Mi dispiace tantissimo…Lo so, non è facile, ed è una situazione in cui bene o male ci si trova un po' tutti prima o poi… quel che conta invece è (dopo essersi sfogati per bene) tirarsi su in piedi e prendere il meglio dal peggio.Ovvero, approfittare di questa libertà non richiesta per ricostruirsi, magari per fare quel che si è sempre voluto fare o imparare, cambiare lavoro, o cambiare il modo di fare o vedere le cose.Si dice che i mali non sempre vengano per nuocere, e se ci mettiamo un po' del nostro, quel peggio possiamo trasformarlo persino in meglio ;-)Tira giù una lista di cose che avresti fatto (o che ti sarebbe piaciuto fare) prima di inizare a lavorare alla Fondazione.Ora è il momento di farle, o di provarci, e vedrai che cambiando una tessera del mosaico anche il resto prima o poi prende una forma diversa ;-)Mai arrendersi! ;-)Un grosso abbraccio!

  2. @Laura: è proprio vero lo sfogo è sacrosanto…adesso sto molto meglio. un abbraccio, Antonia@Muscaria: anche io credo che i cambiamenti siano delle risorse e infatti quello che mi fa male non è tanto il fatto di non avere un lavoro ma pensare che ci saranno dei bambini che, con la chiusura della mia fondazione, avranno meno aspettative di vita. Per quanto mi riguarda ho deciso che fino a settembre non voglio impegnarmi in nessun lavoro che non sia: ricominiare a postare le cose che cucino, anche se mon mari è a dieta; dedicare del tempo alla mia casa, fare tante foto, così magari imparo, e tante altre cose…un abbraccio forte anche a te, Antonia

  3. Oh cavolo, non sapevo si cosa si trattasse quando ho nominato la fondazione, mi dispiace tantissimo…Spero tanto che qualcosa possa cambiare se non oggi magari fra un po' di tempo ;-)Tengo le dita incrociate per te!Buona idea quella di non impegnarsi fino a settembre, è giusto e sacrosanto godersi tutte quelle cose per cui non si ha mai tempo quando si è troppo impegnati.Fa bene al corpo e alla mente :-)Un bacione grossissimo!!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...